Il recente rapporto del “International Panel on Climate Change” (IPCC)- il principale organismo internazionale per la valutazione dei cambiamenti climatici, istituito nel 1988 dalla World Meteorological Organization (WMO) e dallo United Nations Environment Programme (UNEP)- è stato sicuramente incontrovertibile e il più allarmante rapporto di sempre. Esso descrive in dettaglio lo stato del nostro pianeta e le conseguenze distruttive dell'attività umana, riscaldando e destabilizzando il clima a livelli pericolosi. La necessità di azioni di mitigazione è quindi urgente poiché catastrofici sarebbero gli impatti del non intervento. La società deve iniziare subito a optare per scelte più responsabili, in primis attraverso lo stop all’utilizzo dei combustibili fossili.

Cosa c’entra l’oro in questo contesto? Può il metallo giallo svolgere un ruolo significativo e contribuire a la transizione verso un futuro Net Zero carbon? L’oro è un alleato per gli investitori che lottano per adattare le loro prospettive di investimento a politiche che mitighino i rischi legati al clima?

In poche parole, l'oro può fare la differenza di fronte al cambiamento climatico?

A queste e altre domande simili hanno provato a dare risposta i ricercatori del World Gold Council.

Il World Gold Council, per esempio, è arrivato ad una una migliore comprensione dell'impronta di carbonio complessiva dell'oro. Questa non è grande, intorno allo 0,3% delle emissioni globali annue né di certo insignificante, soprattutto se si considera l'intensità delle emissioni di oro su base volumetrica. Questo poi ha permesso di approfondire ed esaminare nello specifico le fonti di emissioni, quasi tutte emanate dall'estrazione dell'oro e, più specificamente, dall'uso delle miniere di elettricità.

Avere una migliore comprensione di come si impatta nell’ambiente consente ovviamente di agire per ridurre i consumi, gli sprechi e le emissioni. Ad esempio attraverso la riduzione dell’utilizzo dei fossili per la produzione di energia elettrica utile all’estrazione. La maggiore accessibilità e convenienza delle rinnovabili sono la chiave per consentire ai minatori d'oro di raggiungere questo traguardo; la caduta dei costi e lo sviluppo delle tecnologie dovrebbe essere i principali driver a supporto nell’ampliare le soluzioni disponibili per l’industria mineraria. Per esaminare cosa la decarbonizzazione delle miniere posa significare, il WGC ha analizzato oltre 150 miniere d'oro in 31 paesi (ovvero il 57% circa della produzione mondiale). Questo ha permesso di misurare gli impatti della riduzione delle emissioni di azioni specifiche – e.g. sostituzione dei combustibili – e i cambiamenti nel più ampio panorama energetico. Quantificare i probabili impatti di questi fattori, in tandem con il previsto esaurimento delle riserve e il calo della produzione nelle miniere più vecchie e a più alta emissione, ha portato a concludere che la capacità dell'estrazione dell'oro di ridurre le sue emissioni su larga scala è ampiamente in linea con gli obiettivi climatici di Parigi. Un'opportunità che aprirà ulteriori opportunità e offrirà benefici a un gruppo più ampio di stakeholder, come chi sceglie di acquistare oro.

Effetti collaterali

Forse vale anche la pena notare che il passaggio a fonti di energia più plite può avere impatti benefici oltre la mera decarbonizzazione del sito minerario. In molti casi, l’utilizzo di energia in tali zone del globo consentirebbe di portare energia pulita alle località e comunità che altrimenti non vi avrebbero accesso. Questo non solo ha il potenziale per sostenere una transizione energetica più equa ma può avere anche un impatto sullo sviluppo rurale – sostenendo, ad esempio, la crescita imprenditoriale e i servizi.

Passando dalla miniera al mercato, come attività di investimento (sotto forma di oro fisico da investimento o strumenti garantiti da oro come gli ETF), non sono associati ulteriori e significative emissioni di gas serra. Ciò significa che da decarbonizzare le miniere consente di rendere più “green” anche i prodotti da investimento. In prospettiva il 'Net Zero gold' diventa così possibilità realizzabile.

Source: WGC

 

 

Disclaimer. Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.